Amministrative: Al via lo spoglio a Pisticci e Scanzano Jonico

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

Concluse le operazioni di voto è iniziato lo spoglio delle schede, che porterà ad esiti e verdetti per i ventisette comuni delle Basilicata protagonisti di queste amministrative di primavera.
Diciannove i centri dove si vota in provincia di Potenza, otto in quella di Matera; nel Metapontino urne aperte a Scanzano Jonico e Pisticci, uno dei due comuni lucani (l’altro è Melfi) dove si vota con il sistema del doppio turno.
In attesa di conoscere i nomi dei futuri sindaci, il primo dato certo di queste elezioni è quello dell’affluenza alle urne.
Nella giornata di domenica, la media per l’intera provincia di Matera era pressoché invariata rispetto alle precedenti consultazioni elettorali: 54,55 la percentuale odierna; 54,34 quella precedente.
A chiusura dei seggi affluenza in crescita nel materano: si è passati dal 72,95 per cento al 73,94.
Sempre rispetto all’affluenza alle urne, calo per Pisticci, dove si è recato alle urne il 73,62 per cento degli elettori, quasi tre punti in meno rispetto alle consultazioni del 2007 (76,34%).
Diversa la situazione a Scanzano, dove l’affluenza è stata di gran lunga superiore a quella registrata nel 2006: 80,85 la percentuale di votanti recatasi a votare quest’anno, 55,32 quella delle passate amministrative.
Ricordiamo che in quell’occasione vi era un’unica lista in gara e il raggiungimento del quorum era l’obbiettivo da ottenere per amministrare il centro jonico.
A Pisticci sono nove i candidati che si contendono la poltrona di sindaco, sostenuti da diciassette liste; potrebbe quindi esserci un eventuale turno di ballottaggio, previsto per il 29 e 30 maggio prossimi.
A Scanzano, dove si vota con il maggioritario a turno unico, vince il candidato che prende il maggior numero di voti; quattro i candidati sindaci in lizza per amministrare la cittadina jonica.

Intanto Nella giornata di domenica due persone sono state denunciate a Pisticci e Marconia per violazione della segretezza del voto, perchè sorprese a fotografare il proprio voto mentre si trovavano nella cabina elettorale.
Le schede sono state annullate dai presidenti di seggio mentre le due persone ora rischiano fino a sei mesi di carcere e una pena pecuniaria di mille euro.

E tutti gli aggiornamenti in tempo reale sulle elezioni a Scanzano e Pisticci, con dati, commenti, interviste e immagini, saranno disponibili nella sezione news del nostro sito.


Commenti

Questo articolo è stato letto 351volte!

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto