Al via la nuova campagna per la produzione delle fragole nel Metapontino

Scritto da Emmenews on . Postato in Cronaca

_PHP3300 (2)

E’ ormai imminente la realizzazione dei fragoleti nelle regioni meridionali e in particolare in Basilicata, prima regione italiana nella produzione di fragola, seguita da Campania e Calabria.

Planitalia, la filiale italiana della Planasa, azienda spagnola e leader mondiale nella ricerca e produzione di materiale vivaistico, fa il punto sullo stato dei vivai e delle cultivar in produzione.

“La tipologia di pianta utilizzata per l’80% dai produttori meridionali –afferma Carmela Suriano Direttore Generale di Planitalia- è la pianta fresca, prodotta in vivai di altura in diversi areali europei. Le condizioni pedoclimatiche di queste aree, unitamente alle tecniche colturali adottate dalla Planasa, consentono di offrire ai produttori piante già pronte per la messa a dimora nei primi giorni di ottobre. Le piante vengono trapiantate subito dopo l’estirpazione e non subiscono lunghi periodi di frigoconservazione. I fragoleti realizzati in autunno con l’ausilio di tunnel serra, entrano in produzione già nelle prime settimane dell’anno, garantendo una produzione scalare e con frutti omogenei e dalle ottime caratteristiche organolettiche. Le cultivar impiegate per la realizzazione dei vivai sono Sabrosa e Sabrina, le varietà più richieste dai produttori meridionali. Nella scorsa campagna le due cultivar rappresentavano il 77% del panorama varietale del Sud Italia.

La Sabrosa, commercializzata con i marchi Candonga e Candonga Fragola Top Quality, è largamente diffusa in Basilicata e impiegata nell’80% delle superfici. La Sabrina invece, è la varietà di riferimento per la Campania, con il 70%, e la Calabria, con il 64%.

Dal 2016 Planitalia ha ampliato la sua offerta introducendo Melissa, una cultivar che risponde a nuove esigenze produttive e di mercato. Melissa, grazie alla sua rusticità, è adatta per la realizzazione di impianti gestiti con metodi di agricoltura biologica, in crescita negli areali meridionali. Inoltre la spiccata precocità della cultivar consente, diversificando le tipologie di pianta, di estendere il periodo di produzione permettendo così ai produttori di prolungare la loro presenza sui mercati”.

Sulla campagna vendita in atto, Carmela Suriano conclude dicendo: “ Considerata l’attuale richiesta di piantine da parte dei produttori, prevediamo un’ulteriore incremento dell’utilizzo delle nostre cultivar per la realizzazione dei fragoleti nelle regioni meridionali”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 375volte!

Tags: , , , , , ,

Servizi

Media

WEB TV

Network

Supporto